UNIONE ITALIANA CIECHI

SEZIONE PROVINCIALE DI RAVENNA


 

La guida per chi non vede

3/5/2007 Tutto Scienze (La Stampa)

A Torino, una società specializzata in servizi per la telefonia mobile - Il Village - ha ideato e realizzato, assieme all'Unione italiana ciechi del Piemonte, un servizio basato su tecnologia satellitare Gps che darà agli ipo e ai non vedenti la possibilità di andarsene in giro da soli.
E «in giro» non significa ripercorrere il solito, breve, stranoto tragitto con l'aiuto di un bastone bianco o di un cane addestrato. Significa andare ovunque. Anche in luoghi dove non si è mai stati prima.
Sarà ufficialmente sul mercato entro il prossimo autunno e si chiama «Easy Walk», perché per passeggiare con facilità basterà un telefonino.
«Funziona con qualsiasi cellulare Symbian serie 60», spiega Andrea De Paoli, mente del progetto e responsabile del laboratorio tecnologico de Il Village.
Grazie alla geolocalizzazione via Gps (la stessa che, dal satellite, dice alla nostra auto dove andare) il telefonino - tramite un ricevitore Gps che funziona col Bluetooth (onde radio a corto raggio) - è in grado di indicare alla persona non vedente l'esatta posizione: strada e numero civico compresi.
Premendo il tasto freccia in giù una voce elettronica indica all'utente la sua posizione; Freccia in su, invece, attiva la teleassistenza tramite operatore.
Ed è qui la novità, l'elemento umano: un call center attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette, perché quando un cieco è in difficoltà non se ne fa niente di un nastro registrato.
La sperimentazione è cominciata in Piemonte grazie a un finanziamento della Regione: 30 non vedenti stanno ultimando la prima fase e il feedback mostra che il sistema è preciso al 95%; L'obiettivo de Il Village, ovviamente, è il 100.


Pagina precedente

Pagina iniziale